Venice Marathon 2013 by Ago

IMG_0122Non so come cominciare questo articolo, cosi’ butto giu’ un po’ di idee sulla maratona di Venezia che abbiamo corso domenica scorsa. La prima cosa che mi viene in mente è proprio quell’ “abbiamo”; perchè dopo la buona esperienza di Firenze dell’anno scorso, ritrovarsi in laguna con questo gruppo sempre piu’ numeroso dimostra che il progetto 5 Cascine ormai è una solida realta’. Il presidente ci definisce “troppo competitivi”, ma il fatto che ogni anno ci siano nuovi esordi in maratona vuol dire anche che il gruppo sta crescendo e che, magari invogliati dalle esperienze altrui, nuovi soci ( e non) provino ad andare oltre i propri limiti.
Venezia è stata per me una maratona, per cosi’ dire, di transito. Sapevo di star bene e di essermi preparato adeguatamente, ma col dolore all’anca (sbilenca…???) che mi porto dietro da giugno sapevo di non poter puntare al personale. Del resto non ci si puo’ sempre migliorare: gli anni passano, gli impegni incombono e, soprattutto, dobbiamo tutti ricordarci che la corsa deve rimanere un piacere, uno sfogo, una sfida.
E’ stato bello per me correre una maratona con Paolo e Andrea, dimostrando – se ce n’era bisogno – che anche uno sport individuale come il running puo’ nascondere uno spirito di squadra che, se cementato dall’amicizia, aiuta a superare momenti di difficolta’ , in corsa e non.
E’ stato bello , per una volta in Italia, trovare un percorso con tanta gente che ti applaude: band, gruppi, fanfare o singoli suonatori (suonati?) hanno reso forse piu’ facile questi chilometri che, seppur uguali in tutte le maratone, sembrano diversi ogni volta.
Ritrovare tanti bambini a bordo strada che ti incitano e che ti guardano negli occhi dandoti il 5 ti fa capire che questo mondo non vive solo di corruzione, ma anche dell’umanita’ di tante persone che la domenica mattina portano i propri bimbi a vedere persone come loro che sudano, faticano e gioiscono per una passione che non necessariamente – anzi quasi mai – rende ricchi.
In merito alla bellezza della Venicemarathon posso solo dire che in poche occasioni mi sono trovato a correre in contesti cosi’ belli: le ville lungo le sponde del Brenta prima, l’attraversamento di Mestre – con tanta, tanta gente ad incitarci – poi , e per finire i 3 km finali lungo le vie ed i ponti di Venezia non hanno paragoni.
Certo, la logistica di muoversi in una citta’ immersa nel mare non è la cosa piu’ comoda, pero’ tutto il resto ripaga questo aspetto … trascurabile ?
Chiudo con un auspicio, che poi è quello che i lettori di questo blog forse apprezzano di piu’: che altri , runners o accompagnatori, scrivano le loro sensazioni ed i loro pensieri. Perchè guardare la stessa cosa con occhi diversi è bello. Che poi è un po’ come l’anima che ha ispiratole 5 cascine: trail, mezze, maratone o tapasciate sono tanti modi diversi di vedere la stessa cosa. La corsa ? Non solo, anche lo stare insieme.

Agostino

Immagine

 

Venice Marathon 2013
Venice Marathon 2013Ott 29, 2013Photos: 173
 

Ti è piaciuto l'articolo? Perché non lasci un commento?