La magia del Devero-Veglia Trail

Raccontare L’Alpe Devero-Veglia trail…è tante cose…

E’ emozione…

Emozione è partire sabato pomeriggio, noi sulla 46 gli altri sulla 17, emozione è la sosta all’Excalibur (però questa non è la prima delle tante tappe bar)…emozione è fermarsi dove ci sono gli altri bar, senza fare sosta…
Emozione è salire a Baceno ed andare in palestra per ritirare il pettorale, ritirare il pettorale e capire che non si torna più indietro…
emozione è la spiegazione del percorso,” vedi quella è l’agonia ..ma dopo il ristoro, alla fine dell’agonia, ti aspetta la morte”…poi ..poi devi andare, perché devi diventare Ultra Trail…
Emozione è la cena al rifugio, tutti insieme…e alla fine si parla della gara, delle previsioni del tempo…del TOR DE GEANTS…bestia esagerati!!! Emozione è vedere alle 23 tutti a nanna…si ma chi dorme???
Emozione è la sveglia, la colazione, la preparazione del Cammel Bag..vestirsi, e poi….andare alla Partenza!!!
Emozione è la partenza, gli amici, gli applausi…le grida, emozione è il posto meraviglioso che ci circonda ..Emozione è il via!!!, poi tutto si trasforma da emozione a magia!!!

E’ magia..

Magia è il paesaggio, magia sono le montagne, le salite (che salite!!!), magia è il sudore, il respiro affannato, le persone che superi e ti superano, magia è la vetta lontana e il ristoro, magia sono i torrenti ed i guadi, magia sono le rocce, magia è la nebbia, la neve, il sole, il vento, il caldo…magia è rivedere gli amici, che dopo la loro fatica ti salutano al passaggio…magia è il passaggio, magia è mettere un piede avanti l’altro…in un posto magico…magia è anche cadere, perché cadere è Trail…
…poi dopo le emozioni e la magia…ecco la felicita’..

Felicita’..

Felice è il momento, la gente, i bambini che ti incitano…dai forza!!!…felicità è il traguardo…felicità è non crederci, felicità è essere arrivati!!!
Felicita è gioia, e poi pianto…

Pianto perché l’allenamento è fatica, pianto perché in questi mesi ho visto posti stupendi, pianto perché il merito è vostro che mi avete fatto conoscere la corsa, pianto per il Ragioniere che non ha finito la gara, pianto perché per questa cosa ho fatto tanto di quel casino, pianto per le litigate con mamma, per la pazienza di Chiara…per il mio papa’, che domenica quando sono tornato era contento!!!

Grazie amici,
Ultra trail…finisher 46 km!!!

Teo

Il Teo ha inviato questo racconto via mail al gruppo che ha corso il Devero-Veglia Trail 2012. Le risposte non si sono fatte attendere…

“Emozionante” – Paolo Q.

“Grazie Teo..” – Guzzino

“Teo, grazie anche te perchè….perchè senza la tua testardaggine e la tua compagnia forse non ci avrei neanche provato.
E alla fine la delusione di non aver tagliato il traguaro passa, lascia quel pò di amaro in bocca ma capita, a volte va così e non ci si può proprio far niente,  anche questo è il trail. Ne esci comunque più forte, più consapevole, con più esperienza.
Perchè l’importante è impegnarsi, sempre, e non aver paura della fatica, mai.
Quindi, Teo, Amici, non pensate che sia finita qui la stagione perchè……ma questa è un altra storia, vi dico solo che la prossima volta ci beviamo un bicchierino di grappa per preparaci.
Ciao ciao” – Fabio “il Ragioniere”

“Quant’è bello non far le scale il giorno dopo! Grazie Teo!” – Claudio

“Oh bravi a tutti, eroici. Ma di più a Teo per il miglior exploit! Vogliamo anche questo sul sito!!!! Causa otite sono sotto antibiotico, il medico mi ha vietato assolutamente di correre per una settimana….averlo saputo ci sarei andato settimana scorsa!” – Bat

“Bravo Teo, un racconto emozionante. Sono sempre più convinto che ha ragione Robertina, siete un gruppo fantastico!!! Ah, domani pubblico tutto 🙂 ” – Lele

 

“Bellissimo Matteo, mi sono commosso!
Ritengo tu abbia appena scritto il Manifesto del 5 Cascine Trail Running. Nelle tue parole ho riconosciuto tutte le mie sensazioni ed i miei sentimenti legati al trail.
Ora sono in pieno down da crisi post-trail, l’acido lattico si è affezionato alle mie gambe e scendo le scale sciolto come Pinocchio. Una collega mi ha chiesto se ho trovato il fidanzato! Forse domani mattina mi butterò in piscina per provare a muovermi un po’, magari riesco a drenare via un po’ di queste tossine che come mille aghi mi tatuano sui quadricipidi, scitto piccolino piccolino, 10 100 1000 volte..”sono un ultratrailer!”.
Cari Amici del 5 Cascine, sono contento di avervi conosciuto ed onorato di essere UNO DI VOI!
Spero di incontrarvi presto, al più tardi a Pasturo il 16 settembre, che ne dite?
CIAO!” – Antonio

“Antonio, abbiamo il Trail di Como dietro l’angolo in alternativa alla bettelmatt e il lago d’orta a settembre….non riposare troppo…” – Lele

“Il lago d’orta è ad ottobre non imbrogliare” – Paolo

“Bisogna battere il ferro finchè è caldo, diceva Badii” – Antonio


Chissà come andrà a finire….

 

Ti è piaciuto l'articolo? Perché non lasci un commento?