Monte Generoso con lo stambecco

Questa domenica ho deciso di saltare la tapasciata di gruppo e di farmi una corsetta sul Monte Generoso in svizzera (1 ora da casa).

Alle 8 sono gia’ sul posto ed inizio subito in salita (saranno 650 mt di dislivello) accompagnato da una nebbiolina che pian piano si infittisce sempre piu’.

Il percorso lo conosco benissimo, l’ho fatto decine di volte ma nonostante questo non è semplice orientarsi, la nebbia diventa un muro di fronte a me che ad un certo punto mi fa’ perdere il sentiero …………. mi ritrovo sui binari del trenino che porta alla vetta, visto che il primo treno parte dopo le 9.30 sono tranquillo e continuo la mia salita tra i binari immerso nella musica del mio MP3.

Ad un certo punto sento un rumore, mi tolgo le cuffie e 50 metri dietro mi trovo il trenino, non mi resta che accostarmi per lasciarlo passare e proseguire la mia corsetta / camminata fino ad una galleria larga 2 metri e completamente buia, l’ho attraversata battendo il mio record sui 100 mt…… che paura

Finalmente arrivo in cima, non si vede nulla e nessuno, alla vetta mancano 10 minuti di salita tra neve alta 20 cm ed impronte di qualche animale. Come pollicino devo segnalarmi la via per il rientro dalla cima ( da lì partono altre 3 possibili escursioni) non avendo nulla uso le mie impronte 45 pianta larga.

A pochi metri dalla cima mi trovo un quadrupede di fronte a me, guardo bene e si tratta di uno stambecco, mi fissa (secondo me si è chiesto chi è sto pirla che con questo tempo sale in cima) mi lascia il tempo di immortalarlo e poi si allontana.

Raggiungo la cima, ancora qualche scatto al nulla e allo stambecco e poi via alla ricerca delle mie impronte sperando che i tuoni che sento riescano a pazientare una mezz’oretta prima di scatenarsi.

La discesa nella neve fresca è un toccasana …………… azz mi sono perso, non so dove sono, vedo un cartello con indicazioni diverse da quelle che interessano a me, battiti a mille, impaurito chiedo se c’è qualcuno ma naturalmente lo stambecco non parla e allora decido di risalire verso la vetta.

Finalmente trovo la devizione corretta e via di corsa verso la macchina

Paolo Q.

VEDI LE FOTO

Video di YouTube

 

Ti è piaciuto l'articolo? Perché non lasci un commento?